giovedì 11 agosto 2011

Torta salata alle zucchine


La torta salata è uno dei piatti forti di casa nostra. Sarà che non amiamo particolarmente la carne, sarà che detestiamo il pesce, sarà che amiamo tanto le verdure, è un piatto che preparo spesso in mille varianti.
Questa è la versione veloce della torta alle zucchine. Si può preparare anche tagliando le zucchine a dadini e saltandole qualche minuto in padella a fiamma vivace, ma a meno che siate veloci a tagliare come veri chef, ci si mette decisamente più tempo.
Il philadelphia alla base è un metodo infallibile per avere una buona cottura della base, perché separa la sfoglia dagli ingredienti umidi, evitando che resti molliccia e non cuocia bene.

Ingredienti.
un rotolo di pasta sfoglia
una confezione di philadelphia
4 zucchine
3 uova
menta fresca o basilico
sale e pepe

Procedimento.
Grattugiare le zucchine a julienne e metterle in un colapasta con una spolverata di sale a perdere l'acqua di vegetazione.
Srotolare la sfoglia e spalmarla con il philadelphia. Strizzare le zucchine e disporle sopra al philadelphia.
Sbattere le uova con un pizzico di sale, spezzettare qualche foglia di menta o basilico e versarle sopra alle zucchine.
Infornare a 180° gradi per 30 minuti. E' buona sia calda sia a temperatura ambiente, ottima per un picnic estivo.

Note.
Secondo me la menta rende davvero particolare questa torta salata, però non a tutti piace.
Se le zucchine sono molto acquose si possono rosolare 3 o 4 minuti a fiamma alta in modo da asciugarle un po'. 



In chiusura un brano da un libro che sto amando molto, regalo della mia  amica Barbara.

Ed è un peccato che non possiamo mangiare dinosauro perché la sua carne - così come l'improbabile latte di mammut - è l'unico rimedio efficace contro il senso di colpa, cioè contro il lamento su quello che abbiamo fatto. [...] Altre ricette contro il senso di colpa sono inefficaci. Quegli insensati dolori dell'anima instillati nella tua mente da una dolorosa storia colpevolizzante di millenni, li cura solo un piatto dei tempi dei dinosauri.
Héctor Abad Faciolince Trattato di cucina per donne tristi.



3 commenti:

°Glo83° ha detto...

mi piacciono tantissimo le torte salate, mi piacciono moltissimo le zucchine, quindi devo prorpio provare questa tua invitantissima ricetta!!! bravissima!!! ;)

Ombretta ha detto...

le torte salate vano bene in tutte le stagioni secondo me e possono essere un piatto unico o antipasto ... insomma sono fantastiche e la tua e' biona con le zucchine che adoro:-) buon venerdi

Vinziana ha detto...

credo di aver bisogno proprio della carne di dinosauro! ottima citazione, cara!
e ottima ricetta. io ci metto anche i gamberi
un bacio
p.s: torni su NM? ri-bacio.