domenica 16 ottobre 2011

Riso cantonese


Durante i traslochi capita di perdere le cose più disparate. A volte vengono ritrovate dopo anni, a volte mai. A dire il vero non ho ancora finito di svuotare tutti gli scatoloni, svantaggio dell'avere molto posto in cantina, quindi quando non trovo qualcosa la penso inscatolata da qualche parte e non perdo tempo a cercarla.
Però tutto ciò che riguarda la cucina è già stato scartato e messo a posto, quindi non si spiega il mistero della sparizione di due bottigliette di salsa di soia. Perché sono assolutamente certa che ci fossero al momento di lasciare l'altra casa, d'altra parte ho sempre la scorta. E quindi, certa di averla in dispensa, già mi pregustavo un buon riso cantonese, quando scopro che la salsa è sparita. Ho cercato ovunque, ma non c'è. Mio marito sostiene che probabilmente ricordo male, ma io sono sicura di averla amorosamente avvolta di carta per proteggerla durante il trasporto. Quindi le due bottiglie di salsa di soia sono ufficialmente da annoverare tra le cose più strane perdute durante un trasloco.

Questa ricetta l'ho preparata pensando alla mia cara amica R., che in questi giorni è in Cina. Ovviamente il cibo vero cinese è tutt'altro da questo, ma io che adoro il riso e adoro la salsa di soia non posso fare a meno di amare questo piatto.

Ingredienti per due porzioni abbondanti.
due piccoli bicchieri di riso a cottura rapida (o meglio basmati, ma non ne avevo)
4 bicchieri di acqua (usare lo stesso bicchiere usato per il riso)
1 bicchiere di piselli surgelati
una fetta di prosciutto cotto tagliata spessa
1 uovo
salsa di soia a piacere
due cucchiai di olio

Procedimento.
Mettere il riso e l'acqua in un pentolino, coprire e non appena prende il bollore abbassare la fiamma al minimo. Non occorre girare. Io non metto sale perché la salsa di soia è già molto salata.

Nel frattempo cuocere i piselli in una grossa padella (dovrà contenere anche tutti gli ingredienti) stufandoli per una decina di minuti con qualche cucchiaio d'acqua. Quando sono cotti aggiungere l'uovo e strapazzarlo mescolando velocemente con un cucchiaio di legno. Disfarlo a pezzettini sempre con il cucchiaio. Aggiungere anche il prosciutto cotto tagliato a dadini e rosolare brevemente.

Quando il riso ha consumato tutta l'acqua è cotto e si può aggiungerlo agli altri ingredienti, unire l'olio e abbondante salsa di soia e mescolare bene su fiamma vivace.


Se avanza è ottimo anche scaldato il giorno dopo. Meglio ripassarlo nuovamente in padella piuttosto che nel microonde.

5 commenti:

Lalu ha detto...

Buonissimo il riso alla cantonese!!! e bellissime le fotografie, complimenti!

°Glo83° ha detto...

che buono!!! eh si sa, nei traslochi si perde sempre qualcosa! ;)

Vinziana ha detto...

yumm!! che buono! mi sa che domani lo faccio.
ciao cara

Artù ha detto...

Ma che bello e che voglia di cibo cinese che mi hai fatto venire!

Margot ha detto...

Fortunata se hai perso solo la salsa di soia, i traslochi sono traumatici! Nei miei ehm... diciamo numerosi, ho perso anche cose enormi, impossibili da non vedere, mah..Mistero! Buono questo riso alla cantonese,un evergreen che da sempre gran soddisfazione.
Buon week end :-D